Titolo

Il cielo è pieno oggetti incredibili, le cui immagini sono disponibili nel World Wide Web. Ogni settimana, troverai l'immagine di un luogo diverso del nostro affascinante universo accompagnata da una breve spiegazione scritta da un astronomo professionista.


UN'ENORME ESPLOSIONE

Immagine della settimana

Credit: S. R. Kulkarni, S. G. Djorgovski (Caltech), Caltech GRB Team, NASA.

Descrizione:

Si ritiene che i lampi gamma (Gamma-ray bursts) siano le esplosioni più potenti dell'universo ma la causa di questi brevi flash di altissima energia sono tutt'ora un mistero.

Luminose per i rivelatori di raggi gamma posti nello spazio ma estremamente deboli alle lunghezze d'onda visibili, per cercare le sorgenti dei lampi gamma occorrono i telescopi più grandi e gli strumenti più sensibili. Il debole flash ottico di un lampo gamma relativamente intenso rilevato il 14 dicembre scorso dal satellite italo-olandese Beppo-SAX, sembra abbia avuto origine nella galassia indicata in questa immagine dell'Hubble Space Telescope ripresa mesi dopo che il lampo era scomparso alla vista.
Gli astronomi hanno annunciato recentemente che lo spettro di questa galassia, registrato utilizzando il telescopio Keck sulla sommità del Mauna Kea alle Hawaii, indica che si trova alla distanza di circa 12 miliardi di anni luce.

Da una simile distanza, l'energia richiesta per produrre un lampo gamma come quello osservato va oltre ogni immaginazione. Secondo alcune stime, in quei pochi secondi il burster avrebbe emesso l'equivalente in energia di diverse centinaia di supernovae, i fenomeni dell'universo più violenti ed energetici conosciuti, divenendo luminoso quanto il resto dell'intero universo. Un simile rilascio di energia in un tempo così breve è impressionante e senza precedenti in astronomia, eccezion fatta per il Big Bang.

Molti dei modelli teorici proposti per spiegare questi violenti fenomeni non sono in grado di dare una spiegazione al rilascio di tanta energia ma i modelli più recenti, che coinvolgono dei buchi neri in rotazione, potrebbero farlo. Non è neppure da escludere la possibilità che fenomeni così estremi abbiano a che fare con qualcosa di completamente sconosciuto e più esotico.

Copyright: Robert J. Nemiroff e Jerry T. Bonnell

Barra spaziatrice

Archivio

Visita il sito originale di Astronomy Picture of the Day

Barra spaziatrice

Vai alla HomePage di

Astro-link

Numero di accessi dal 12 febbraio 1996: 210,629.


A cura di M. F.

Un ringraziamento agli autori per la concessione del materiale originale e per la collaborazione fornita.