Spegnete le luci!

Comunicato stampa

UNIONE ASTROFILI ITALIANI
c/o Università degli Studi di Padova
Dipartimento di Astronomia
Vicolo dell'Osservatorio, 5 - 35122 PADOVA

Legambiente
Via Salaria, 403
00199 Roma
06 - 86268.1

Spegnete le luci!

Tutta l'Italia vuole osservare la Cometa Hale-Bopp

Sabato 5 Aprile 1997

Per la prima volta nella storia dell'Astronomia, si può prevedere con largo anticipo l'arrivo di una grande cometa. Infatti, nella primavera del 1997, la cometa Hale-Bopp, scoperta nel luglio del 1995, si renderà visibile in tutto il mondo.

Il comportamento mostrato finora lascia prevedere che essa non deluderà le attese e che diventerà un astro spettacolare anche a occhio nudo, esibendo una chioma brillante come le stelle più luminose e sviluppando una coda lunga almeno 15o.

In passato, la comparsa di questi astri è sempre stata considerata come l'evento più prodigioso che potesse avvenire in cielo. Oggigiorno, tuttavia, come ha mostrato la recente comparsa di un'altra grande cometa, la Hyakutake, tale evento rischia di essere clamorosamente mancato dalla maggior parte dell'umanità, ovvero da tutte quelle persone che vivono nelle città e nelle metropoli.

Infatti, l'inquinamento luminoso (ovvero il disturbo dovuto alle luci pubbliche e private rivolte verso il cielo, anziché verso vie, piazze ecc.) toglie la possibilità di ammirare, assieme alle stelle, anche quest'oggetto unico che sta per giungere a farci visita. Pertanto, in queste condizioni, solo chi abita o ha la possibilità di raggiungere siti indenni da questa piaga, in montagna o in campagna, potrà godere di questo spettacolo celeste, che è già abbastanza raro di per sè.

Tuttavia esiste ugualmente, e concretamente, la possibilità di mostrare la cometa a milioni di cittadini in tutto il mondo: proponiamo infatti l'istituzione della "NOTTE DELLA COMETA", la sera di sabato 5 aprile 1997, pochi giorni dopo il passaggio al perielio della Hale-Bopp, quando essa sarà al massimo di luminosità e di sviluppo della coda e sarà visibile di sera a circa 20 di altezza sull'orizzonte nord occidentale.

Si propone che, durante la serata le varie municipalità si impegnino a spegnere le luci cittadine, emettendo un'apposita ordinanza nella quale si invitino anche i privati allo spegnimento delle luci esterne, qualora siano indipendenti dalla rete pubblica. Saranno sufficienti due ore di black-out attorno alla fine del crepuscolo astronomico, dalle 21.00 alle 23.00.

Le oltre 150 Associazioni di Astrofili locali aderenti all'Unione Astrofili Italiani in collaborazione con gli oltre mille circoli di Legambiente saranno mobilitate su tutto il territorio nazionale per contattare i Comuni, invitare le Amministrazioni ad emettere le ordinanze relative alla ritardata accensione dell'illuminazione pubblica, organizzare serate osservative pubbliche e controllare che tutti i Comuni e le Aziende Municipali rispettino le ordinanze emesse.

L'Unione Astrofili Italiani è un'associazione senza fini di lucro, nata trenta anni fa, che organizza a livello nazionale le attività didattiche, divulgative e di ricerca di tutti gli appassionati di Astronomia, siano essi Professionisti o dilettanti. Il movimento degli Astrofili italiani è costituito da diverse decine di migliaia di persone organizzate in oltre 150 Associazioni territoriali.

Legambiente è l'associazione ambientalista più diffusa in Italia con oltre 3.000 fra Circoli locali e Classi per l'Ambiente disseminati sull'intero territorio nazionale. Legambiente agisce dal 1980 in difesa del "popolo inquinato" elaborando strategie e politiche ambientali in grado di tutelare l'ecosistema, la salute dei cittadini, la qualità della vita.


Vai alla pagina della Notte della Cometa.
Vai all'indice delle Iniziative.
Vai alla HomePage di Astro-link.