Quando, dove e come
osservare la cometa Hale-Bopp

di Alan MacRobert

Una guida on-line di
Sky & Telescope

(Edizione italiana a cura di Mario Farina)

Cometa Hale-Bopp, 12 marzo

In alto: Dennis di Cicco di Sky & Telescope ha scattato questa fotografia della cometa Hale-Bopp prima dell'alba del 12 marzo, in una località buia a sud di Boston nel Massachusetts. Una esposizione di tre minuti su pellicola Fujicolor Super G800 con una camera Schmidt di 20 cm f/1.5 Schmidt, in pratica un teleobiettivo di 300mm f/1.5. Il campo inquadrato ha una larghezza di 5 gradi (circa 10 volte il diametro lunare), l'ovest celeste è in alto ed il nord a sinistra. Nel cielo premattutino era l'oggetto del cielo più luminoso visibile ad oriente. La coda di polveri, di colore bianco perlaceo, era facilmente visibile ad occhio nudo, anche da zone con moderato inquinamento luminoso. La coda blu di ioni poteva essere osservata con un binocolo o, da zone più scure, ad occhio nudo. Clicca sulla piccola immagine in alto per la versione più grande. (24K jpeg). (Abbiamo anche una versione ad alta risoluzione a disponibile per giornali e riviste. (585K jpeg); citare le fonti Dennis di Cicco e Sky & Telescope.)

LA PRIMAVERA DELLA COMETA è iniziata! La cometa Hale-Bopp, scoperta da due astrofili nel luglio 1995 ha iniziato ad risplendere l'anno scorso quando era a metà strada del suo tragitto nel sistema solare interno. Ora è finalmente giunta in prossimità del Sole e lo spettacolo è iniziato. E' infatti facilmente visibile anche ad occhio nudo.

La visibilità migliore si avrà dalla fine di marzo a metà aprile. Dovrebbe rimanere visibile ad occhio nudo fino a maggio. E' la seconda cometa luminosa a fare l'ingresso nei nostri cieli nel giro di un anno e la sua luminosità sarà pari se non superiore a quella della cometa Hyakutake, che buona parte del genere umano ha potuto osservare alla fine di marzo del 1996.

Le due comete però sono abbastanza differenti. L'Hale-Bopp è costituzionalmente molto più grande e luminosa però la vediamo da una distanza considerevolmente maggiore (196 milioni di chilometri nella fase di massimo avvicinamento contro ai 14 della Hyakutake).

Il periodo di migliore visibilità della Hyakutake è durato una o due settimane, per l'Hale-Bopp invece si protrarrà da adesso fino all'inizio di maggio.

Cometa Hale-Bopp (13K jpeg) L'Hale-Bopp è chiaramente visibile nella luce crepuscolare della mattina del 9 marzo sopra l'osservatorio di Johnny Horne a Stedman nel North Carolina. Horne ha impressionato la sua pellicola, una Fuji SG 800, per 10 secondi con un obiettivo di 35 mm f/2.8. © 1997 Fayetteville Observer-Times.

Milioni di persone ricordano come appariva la Hyakutake: come una grande sfera offuscata color acquamarina con una coda lunga e diritta, facilmente nascosta dall'inquinamento luminoso. L'Hale-Bopp apparirà più piccola ma più luminosa ed intensa, soprattutto bianca o bianco-giallastra, con una corta coda forse molto incurvata. La sua testa di tipo stellare splenderà evidentissima anche al di sopra delle aree densamente popolate, basterà sapere dove guardare.

Cometa Hale-Bopp (7K jpeg) La cometa splende nella luce del mattino del 16 marzo. L'astrofotografo Johnny Horne, del North Carolina, ha effettuato questa ripresa con 5 minuti di posa ed un obiettivo di 85 mm. © 1997 Fayetteville Observer-Times.

Nessuno dovrebbe perdere la possibilità di vedere questa meraviglia astronomica! Le informazioni qui presenti vi permetteranno di trovare e vedere la cometa anche se non avete esperienza alcuna in campo astronomico.

Ricordate che una cometa non attraversa il cielo come una meteora. Resta visibile, notte dopo notte, per settimane, come una stella o un pianeta.

Comet Hale-Bopp (13K jpeg) Il margine interno della cometa presenta una struttura sempre più complessa ogni giorno che passa, man mano che scende nell'orizzonte mattutino. Johnny Horne di Stedman nel North Carolina, ha ottenuto questa immagine con un telescopio di 30 cm ed un'esposizione di 15 minuti la mattina di domenica 9 marzo. Poiché ha seguito la cometa, le stelle sullo sfondo appaiono come piccole tracce. Il massimo avvicinamento al Sole avverrà il 1 aprile e la sua visibilità nel cielo serale aumenterà con l'approssimarsi di questa data. © 1997 Fayetteville Observer-Times.

La visibilità migliore della cometa sarà alle latitudini nordiche (ed artiche). Gli osservatori ai tropici la vedranno molto bassa sull'orizzonte e quelli dell'emisfero australe per buona parte perdere

COME GUARDARE

Primo: trovate un luogo con cielo buio. Per osservare la cometa è necessario allontanarsi dalle luci della città. Recatevi quindi verso le campagne. lontani dalla lattiginosità dell'inquinamento luminoso che satura il cielo notturno delle città e delle periferie e nasconde buona parte dell'universo.

La luminosità di questa cometa è però talmente elevata che anche in condizioni di bassa visibilità è possibile vedere qualcosa. Non scoraggiatevi! Se potete vedere qualche stella in cielo potete vedee anche l'Hale-Bopp.

Cometa Hale-Bopp (43K jpeg) La mattina del 10 marzo la cometa splendeva nella parte in basso a sinistra della Via Lattea. come possiamo vedere in questa splendida immagine di Eckhard Slawik di Württemberg, in Germania, che ha un'ampiezza di 55° gradi. In alto a destra, la costellazione del Cigno con la brillante Deneb. Altre immagini di Slawik possono essre viste al sito dell'European Southern Observatory's Comet Hale-Bopp Page. Il quartier generale dell'ESO è in Germania, i suoi telescopi nelle alte montagne cilene. © 1997 Eckhard Slawik.

Binocoli o piccoli telescopi naturalmente, danno una visione più dettagliata. Trovate prima la cometa ad occhio nudo e poi passate allo strumento di cui siete in possesso. Se è un telescopio, utilizzate il minor ingrandimento possibile. E' questo infatti che restituisce la visione migliore.

Cometa Hale-Bopp (32K jpeg) L'astrofotografo David Hanon di Ringgold in Georgia, ha ottenuto questo primo piano il 23 febbraio utilizzando un telescopio rifrattore Astro-Physics di 17 cm f/9 su montatura Byers autocostruita ed una camera CCD ST-8. Secondo Rick Fienberg di Sky & Telescope è proprio questo l'aspetto della cometa osservata nel crepuscolo mattutino del 7 marzo con un binocolo 16 x 70 poco oltre la periferia di Boston, Massachusetts. © 1997 David Hanon.

Cometa Hale-Bopp (81K jpeg) Attraverso l'oculare di un telescopio la cometa presenta un'abbondanza di getti e pennacchi. Con un telescopio di 30 cm Meade LX200 di f/6 ed una camera CCD Apogee AP-7, Tim Puckett ha ottenuto questa immagine composta da 27 esposizioni di 30 secondi iniziate alle 10:16 Tempo Universale del 9 marzo ed elaborate per aumentare i dettagli della coda. E questo è il suo regalo: un video MPEG (305K) di 68 esposizioni da 30 secondi effettuate tra le 10:16 e le 11:06 TU. Chi fosse interessato a questo filmato per ulteriori informazioni dovrebbe visitare il Puckett Observatory Web site. © 1997 Tim Puckett.

Dalla fine di febbraio i binocoli permettevano di rilevato la presenza di minuti getti di materia emergenti dal brillante nucleo della cometa. Questi si incurvano e formano una sorta di guscio che viane trascinato via in un'ampia e debole coda. Nelle zone rurali, con cieli molto scuri privi di inquinamento luminoso, la coda appare doppia, formata da una coda diritta di gas bluastra e una curva biancastra di polveri.

Avrete bisogno di sapere dove guardare. Ecco il calendario per "la Cometa Grande di 1997" di Sky & Telescope

NOTA: le cartine del cielo che accompagnano questo articolo sono proprietÓ letteraria della © Sky Publishing Corporation. E' nostro piacere renderle disponibili per pubblicazioni e servizi dei media più rappresentativi a condizione che sia citata la rivista Sky & Telescope come fonte ed il sito web SKY Online, all'indirizzo http://www.skypub.com/. Sono disponibili anche con grafica ad alta risoluzione per riproduzioni tipografiche; contattare, per ulteriori informazioni, Irene Szewczuk al numero 617-864-7360 ext. 127 o via e-mail a irenes@skypub.com. Siamo spiacenti ma non possiamo autorizzare l'uso delle nostre illustrazioni su altri siti Web; i Webmasters dovrebbero linkare i loro siti a queste pagine. Molte grazie e...godetevi la cometa!

QUANDO E DOVE GUARDARE

1-10 marzo. E' in aumento la durata della presenza della cometa alle prime luci dell'alba. Mettete la sveglia un'ora e 45 minuti circa prima dell'aurora (cercate l'ora della levata del Sole sul vostro quotidiano), uscite di casa e guardate a est-nord-est: a quell'ora la cometa Hale-Bopp splende a metà altezza. Brillante come le stelle pi¨ luminose, con una testa confusa e una coda nebbiosa che si perde nel buio e che estende in alto a sinistra.

Cometa Hale-Bopp, primi di marzo, mattinaDove cercare la cometa nel cielo mattutino di marzo. Sinistra: Inizio marzo (59K jpeg). Destra: fine marzo (62K jpeg). Il percorso è tracciato sullo sfondo stellato per un periodo di due settimane, il simbolo ne segna la posizione per gli osservatori nordamericani alla data indicata. L'orizzonte indicato è riferito per 1 ora e ½ prima dell'alba ad una latitudine di 40° nord per la data a metà del percorso tracciato. La cometa e le stelle appariranno più basse sull'orizzonte prima di questa data, più alte nei giorni seguenti.Cometa Hale-Bopp, fine marzo, mattina

10-19 marzo. La cometa rimane abbastanza alta nel cielo al crepuscolo . Gradualmente si sposta verso sinistra in direzione nord-est, incrementando la luminosità

Ora però, la cometa è visibile anche nel cielo serale! Guardate basso a nord-ovest solo quando l'ultimo bagliore del crepuscolo si sta affievolendo. Di nuovo, cercate una stella offuscata e con una coda fioca. Quando la cometa Ŕ vista nel cielo serale, la coda si estende in alto a destra. Ogni notte la Hale-Bopp guadagna in altitudine e diviene un poco pi¨ facile trovarla dopo crepuscolo.

Il chiaro di luna comincia a pervadere il cielo serale verso il 16 Marzo, compromettendo alla vista le parti esterne, più fioche, della coda. Ma la cometa l'incremento in altezza e luminositÓ potrebbero contrastare l'effetto peggiorativo del chiarore lunare. Se volete continuare a vederla senza luna fino al 19-20 marzo dovrete alzarvi prima dell'alba.

Cometa Hale-Bopp primi di marzo, seraLa cometa Hale-Bopp in marzo, dopo il tramonto. Sinistra: Primi di marzo (55K jpeg). Destra: Fine marzo (56K jpeg). Il percorso è tracciato sullo sfondo stellato per un periodo di due settimane, il simbolo ne segna la posizione per gli osservatori nordamericani alla data indicata. L'orizzonte indicato è riferito per 1 ora e ¼ dopo il tramonto nella cartina di sinistra ed 1 ora e ½ in quella di destra, ad una latitudine di 40° nord per la data a metà del percorso tracciato. La cometa e le stelle appariranno più alte sull'orizzonte prima di questa data, più basse nei giorni seguenti. Cometa Hale-Bopp fine marzo, sera

20-22 marzo. La cometa splende più che mai ed ora è facile rintracciarla alta nel cielo a nord-ovest dopo il crepuscolo. Nel frattempo, rispetto alle prime luci dell'alba, ha cominciato un poco a scendere a nord-est, le visioni serali e mattutine sono così bilanciate, essendo la cometa alla stessa altezza. Anche la Luna brilla in entrambi gli orari.

23 marzo. Una notte grandiosa per gli osservatori! La Luna piena sarà parzialmente eclissata ed il fenomeno sarà visibile per buona parte dell'America (e dell'Eurpoa occidentale la mattina del 24). Al di sopra o in alto a destra della Luna eclissata vedremo il disco arancione di Marte, separato dal nostro satellite di poco più di un pugno a braccio teso. Per saperne di più su questa eclissi, inclusi gli orari degli eventi consultate il numero di marzo di Sky & Telescope a pagina 82.

Gli osservatori della costa occidentale americana, specialmente quelli della costa nord-ovest dell'Oceano Pacifico avranno un regalo ulteriore: l'eclisse infatti oscurerà la Luna dalle 8:15 alle 9:00 TSP, quindi in prima serata.

24 marzo - 10 aprile. E' l'apice dello spettacolo offerto dall'Hale-Bopp. Guardate bene nel cielo a nord-ovest dopo il crepuscolo serale. La Luna è bassa ad est il 24 ed inizia a sorgere a quell'ora il 25. Poi, per le due settimane successive, non ci sarà Luna.

In questo periodo, la cometa è alta abbastanza da rimanere ben visibile per oltre un'ora alla fine del tramonto, anche se, quanto prima la guarderete al crepuscolo, tanto più in alto sarà. (infatti al momento la cometa, a 40° di latitudine nord, non tramonta prima di tre ore dopo la fine del tramonto).

Cometa Hale-Bopp inizio aprile, seraLa cometa Hale-Bopp in aprile dopo il tramonto. Sinistra: Inizio aprile (65K jpeg). Destra: Fine aprile (60K jpeg). Il percorso è tracciato sullo sfondo stellato per un periodo di due settimane, il simbolo ne segna la posizione per gli osservatori nordamericani alla data indicata. L'orizzonte indicato è riferito per 1 ora e ½ dopo il tramonto e l'orizzonte èsegnato per una latitudine di 40° nord per la data a metà del percorso tracciato. La cometa e le stelle appariranno più alte sull'orizzonte prima di questa data, più basse nei giorni seguenti. Cometa Hale-Bopp fine aprile, sera

La testa della cometa potrebbe raggiungere la magnitudine 0 e brillare come la stella Capella (che brilla più in alto nel cielo a nord-ovest). Chiunque avesse la possibilità di allontanarsi dalle luci cittadine godrebbe di uno spettacolo maestoso: il falso nucleo della cometa, una sorta di guscio brillante, simile ad una stella seguito da una sottile coda bluastra di ioni (gas) ed un'ampia ed incurvata coda di polveri di colore giallastro, entrambe rivolte verso l'alto.

11-15 aprile. La cometa si è spostata verso sinistra, ora cercatela a ovest-nordovest dopo il tramonto.

In questo periodo, nel cielo ad occidente ritorna la Luna crescente, ed ogni notte aumentano le sue dimensioni e la luminosità. All'inizio le conseguenze sono minime o irrilevanti ma con il passare dei giorni il chiarore lunare incrementerà la luminosità del cielo.

16-23 aprile. La cometa si sta affievolendo ed abbassando verso nord-ovest mentre la Luna riempie il cielo serale, togliendo alla vista gli oggetti celesti. Nonostante ciò, la cometa dovrebbe essere ancora visibile ad occhio nudo.

24 aprile - 7 maggio. La cometa continua ad affievolirsi affondando nel cielo a nord-ovest alla fine del tramonto, la Luna è ormai andata via. Per quanto potremo seguire la cometa ad occhio nudo in primavera? E con i binocoli?

8 maggio. L'ultimo evviva. Questa sera la piccola falce della Luna crescente potrebbe formare, con la cometa, un emozionante quadretto anche se potrebbe essere diventato estremamente difficile vederla, nel bagliore del tramonto, bassa sull'orizzonte. Nel cielo ad occidente prima appare la Luna, la cometa è a 4 o 5 gradi alla sua destra in alto, a circa tre dita a braccio teso. Entrambi gli oggetti saranno visibili nel campo visuale di un normale binocolo. (apparendo su lati opposti della vista).

Nella settimana successiva o nelle due successive, provate a seguire l'evanescenza della cometa al tramonto o ad occhio nudo o con un binocolo.

Cometa Hale-Bopp (24K jpeg) La coda di gas della cometa Hale-Bopp e quella bianca di polveri hanni iniziato a mostrare delle intricate strutture dalla metà di marzo. Denni di Cicco di Sky & Telescope ha fotografato la cometa la mattina del 17 marzo dai cieli bui a sud di Boston, Massachusetts, utilizzando un camera Schmidt di 20 f/1.5.

L'OSSERVAZIONE DALL'EMISFERO MERIDIONALE

Mentre diventa sempre più difficile osservarla dalle latitudini settentrionali, è arrivato il turno per gli osservatori in Sud America, Sud Africa, Australia e Nuova Zelanda, che da novembre non avevano più visto la cometa, di assistere allo spettacolo.

Circa dalla fine di aprile, gli osservatori dovrebbero essere in grado di avvistarla nelle prime ore della sera, molto bassa sull'orizzonte.

Con l'avanzare del mese ed entrando in maggio, la cometa sale verso l'alto nei lontani cieli serali australi. Dalla fine di maggio, quando dall'emisfero opposto si sta perdendo di vista, gli osservatori dell'emisfero sud troveranno la cometa ben alta nel cielo alla fine del crepuscolo. Nonostante l'Hale-Bopp abbia diminuito la luminosità rispetto al picco, potrebbe essere visibile ancora una lunga coda. C'è quindi la possibilità, per gli osservatori dell'altro emisfero, di assistere, dopo tutto, ad un discreto spettacolo.

E per i prossimi due anni, questi osservatori saranno ben piazzati per poter assistere alla lenta recessione della cometa verso le lontane regioni esterne del sistema solare.

PER SAPERNE DI PIU'

Per maggiori informazioni sulla cometa Hale-Bopp, tra cui consigli sull'osservazione al telescopio ed immagini convenzionali o digitali, consultare i numeri di marzo ed aprile 1997 di Sky & Telescope. Ulteriori informazioni sono disponibili anche su SKY Online:

Cieli sereni e buone osservazioni!

Alan MacRobert è editore associato di Sky & Telescope ed un esperto astrofilo. S&T è la più autorevole rivista di astronomia amatoriale popolare, pubblicata mensilmente dal 1941 e letta da circa 200.000 astrofili ed astronomi di tutto il mondo.


Copyright © 1997 Sky Publishing Corporation, Tutti i diritti riservati.
Tutti i testi ed il materiale non possono essere riprodotti in qualsiasi forma senza autorizzazione.
Per informazioni rivolgersi a Sky Publishing Corp., P.O. Box 9111, Belmont, MA 02178-9111, per l'E.U. 1-617-864-7360. Fax: 1-617-576-0336 (solo per gli editoriali), 1-617-864-6117 (tutti gli argomenti). Oppure via e-mail a webmaster@skypub.com.